Diventare “senza dimora”. Politiche e pratiche del welfare alla lente dell’etnografia

Valentina Porcellana

Abstract


In una cornice di antropologia del welfare che tiene conto delle rappresentazioni dell’homelessness in diversi contesti europei, l’osservazione delle pratiche assistenziali in Italia e a Torino consente di ricostruire quanto e come le politiche neoliberiste abbiano inciso sul sistema di protezione sociale e di quale sia la ricaduta sugli utenti dei servizi. In particolare, attraverso le esperienze di alcune persone “senza dimora”, emerge come la retorica dell’attivazione ne riduce le possibilità di autodeterminazione. Nel momento in cui gli utenti si distaccano dalle scelte previste dai percorsi di assistenza incorrono in sanzioni che hanno ricadute molto forti sulle loro esistenze configurandosi come vera e propria violenza strutturale.

Keyword


Homelessness; antropologia del welfare; policy ethnography; violenza strutturale

Full Text

PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.14672/ada20181390113-132

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.