Sofferenza e vulnerabilità socialmente strutturate. Tossicodipendenti senzatetto negli Stati Uniti

Philippe Bourgois

Abstract


La sofferenza sociale è un tema fondamentale dell’antropologia medica da quando i sistemi medici sono emersi imponendosi per il loro attivo ruolo nella società, e ciò in ragione della rilevanza che ha il disagio fisico, emotivo o psichico nella vita di tutti i giorni. L’attenzione etnografica riservata alla sofferenza è essenzialmente politica, fosse anche al livello di un mero umanesimo populista. Essa richiede infatti solidarietà e sollecitudine da parte dell’antropologia, perché orienta l’analisi e l’osservazione verso quelle “categorie vicine all’esperienza (...) che hanno una prepotente rilevanza pratica” per gli individui che vengono studiati (Kleinman, Kleinman, 1991, p. 277).

Full Text

PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.14672/ada2008154%25p

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.