La quotidianità e la guerra. Violenza statale e parastatale nel conflitto colombiano

Cristina Vargas

Abstract


Ordine e disordine sono due categorie chiave quando si cerca di elaborare un discorso intorno al tema della violenza. Stabilire un ordine implica creare delle classificazioni e delle separazioni che lasciano al di fuori del sistema, oppure in una posizione ambigua, un certo numero di individui e di fenomeni. La violenza è stata spesso considerata un evento anomalo, estraneo alle “normali” e ordinate strutture sociali e culturali. Oggi gli studi antropologici sulla violenza tendono a sottolineare il carattere situato delle categorie di ordine e disordine, e a mettere in risalto le loro implicazioni politiche: per le istituzioni del controllo sociale i “discorsi sull’ordine” hanno un ruolo privilegiato nelle dinamiche di conservazione e affermazione del potere.

Full Text

PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.14672/ada2008158%25p

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.