La via chirurgica alla nascita: il caso Italia

Anita Regalia, Giovanna Bestetti

Abstract


L’Italia è attualmente il paese d’Europa con il più alto tasso di cesarei, il terzo paese del mondo dopo Messico e Brasile e la tendenza all'aumento nel suo utilizzo non accenna a ridursi. Si è passati da una percentuale di ricorso del 11 per cento nel 1980, al 28 per cento nel 1996, al 30 per cento nel 2000, al 35 per cento nel 2005, al 38 per cento nel 2008. Quest'ultimo dato, oltre a essere il più alto tra i paesi dell'Unione Europea (dove la percentuale media è del 23.7 per cento) e a essere lontano dalla percentuale degli USA (27.5 per cento), è quasi tre volte superiore a quello raccomandato dall'Organizzazione mondiale della sanità (pari al 10‐15 per cento).

Full Text

PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.14672/ada201079%25p

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.