Introduzione

Cecilia Pennacini

Abstract


Fenomeno di portata universale riscontrabile, con le dovute differenze,in moltissime culture umane, la possessione spiritica ha costituito un argomento classico dell’antropologia. L’idea di essere posseduti da un essere spirituale, un antenato, un dio, un animale – l’idea di avere un “dio dentro” al sé, secondo l’etimologia originale del termine “entusiasmo” – in grado di conferire alla persona del posseduto speciali poteri magici o taumaturgici è rinvenibile infatti in molte grandi civiltà del passato oltre che nelle culture tradizionalmente studiate dagli antropologi.

Full Text

PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.14672/ada200189%25p

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.